Come superare un fallimento personale

Ognuno di noi, realizza in un determinano periodo della propria esistenza, che sia

“IL MOMENTO DI CAMBIARE E DI PRENDERE PER MANO LA PROPRI VITA”.

Che si tratti di un cambiamento fisico, un cambiamento lavorativo, l’inizio di una nuova relazione o qualsiasi altro tipo di “nuovo inizio”, ci poniamo un obiettivo:

“VOGLIO OTTENERE QUELLA COSA E FARÒ DI TUTTO PER AVERLA”

Questa frase è l’inizio di qualcosa di più grande di noi. Rappresenta l’inizio di una nuova vita, l’inizio di quel procedimento che definirà chi diventeremo.

Nella maggior parte dei casi, siamo terrorizzati ad iniziare un nuovo percorso, perché iniziare qualcosa di nuovo ci spaventa.

La realtà è che l’inizio è proprio la parte più semplice. All’inizio siamo motivati e spinti dall’ardente desiderio di raggiungere il nostro obiettivo. Sappiamo cosa vogliamo, vogliamo cambiare noi stessi e siamo disposti a tutto per riuscirci. Partire con un nuovo progetto quindi non è difficile o impossibile se lo vogliamo veramente, la parte difficile arriva dopo.

Passato un primo momento di entusiasmo, piano piano vediamo che i nostri sforzi non stanno dando i frutti che speravamo e iniziamo a dubitare delle nostre capacità.

Questo è l’inizio di un processo che ci porterà a lasciare il nostro progetto e rappresenterà un enorme fallimento.

Non fallisce infatti chi alla fine di un percorso non ha raggiunto il risultato che sperava. Ognuno di noi nella vita ottiene vittorie e sconfitte ma la cosa importante è portare a termine ciò che abbiamo iniziato. Il fallimento è quando abbandoniamo a metà strada un progetto senza portarlo a termine.

Durante il tragitto che abbiamo tracciato per raggiungere il traguardo che ci siamo prefissati, indubbiamente troveremo degli ostacoli che penseremo siano insormontabili ma non rappresentano il fallimento nel raggiungimento del nostro obiettivo. Il fallimento è fermarsi, cedere alla frustrazione, smettere di credere in noi e in quello che vogliamo fare e essere.

Quello che ti devi ricordare è che ti sei posto un obiettivo, hai iniziato a lavorare su te stesso per raggiungerlo e che puoi, devi raggiungerlo. Devi ripeterti perché hai iniziato quel percorso, cosa ti ha spinto a farlo e solo tu puoi farlo. Solo così potrai ritrovare quella voglia che avevi all’inizio e non pensare minimamente alla possibilità di accettare il fallimento.

Vai avanti finché non avrai terminato quello che ti sei prefissato. Arriva alla fine e solo in quel momento saprai se sei riuscito a rispettare il tuo obiettivo. Se sarai riuscito a rispettare o meno ciò che ti eri prefissato, in tutti i casi sarai arrivato al termine di un percorso e sicuramente sarai diventato più abile e avrai imparato molte cose rispetto a quando sei partito. Questa è la tua più grande vittoria, arrivare alla fine del percorso, il risultato passa in secondo piano.

Il vero fallimento è fermarsi a metà strada. Tutti i piccoli ostacoli che troverai sul tuo percorso, non sono “fallimenti” ma ostacoli che riuscirai tranquillamente a superare. Devi solo ricordarti da dove vieni e dove vuoi arrivare, quali sono i motivi che ti hanno spinto a iniziare questo percorso e vedrai che ritroverai quella forza e volontà che avevi all’inizio.

Fregatene del giudizio degli altri, di chi ti dice che non ce la farai mai o che quella cosa non faccia per te. Sei te il giudice di te stesso.

L’unica persona a cui devi fare riferimento sei te, perché sei l’unica persona che sappia cosa sia giusto per te.

Quindi non mollare, vai avanti e raggiungi il tuo obiettivo perché ce la puoi fare e nessuno può affermare il contrario.

Un pensiero su “Come superare un fallimento personale

  • 23/02/2020 in 16:35
    Permalink

    Come possiamo superare le piccole sconfitte che troviamo sul nostro percorso per raggiungere l’biettivo ed evitare il fallimento personale.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *