5 Settori nei quali investire dopo la crisi del Coronavirus

In questo periodo di crisi mondiale, praticamente tutti i settori, escluse alcune eccezioni come il settore dell’intrattenimento e quello sanitario, che hanno registrato un forte aumento del fatturato, sono stati colpiti fortemente dal blocco imposto dai vari governi mondiali per far fronte alla pandemia causata dal Coronavirus. I danni economici generati dal lockdown non sono ancora quantificabili, siamo però a conoscenza che in tutto il mondo, la disoccupazione è salita fino a raggiungere i record storici e la produttività delle aziende è stata drasticamente ridotta, il ché si andrà a ripercuotere enormemente sull’economia globale. I mercati azionari sono crollati e stanno faticando, nonostante un attuale rimbalzo, a tornare ai livelli pre-crisi e come già accennato, quasi tutti i settori economici sono stati colpiti duramente. Ma quali settori si rialzeranno con maggiore rapidità dopo la crisi? In questo articolo ne andiamo a discutere 5 settori che probabilmente trascineranno la ripresa economica e sui quali dovremo dare un occhio di riguardo nei nostri investimenti.

1 Sanitario

Uno dei settori che molto probabilmente vedrà affluire sempre più investimenti è proprio quello della salute. Una volta finita la pandemia, le nostre vite saranno inevitabilmente sconvolte, ci sarà molta più prevenzione e tutti noi presteremo più attenzione alla cura dell’igiene e della salute personale oltre che alla una ricerca di assistenza sanitaria più affidabile e qualificata. Investire in settori come quello ospedaliero, farmaceutico e previdenziale, potrebbe quindi risultare un ottimo affare.

2 Trasporto merci

Il settore dei trasporti delle merci ha subito una brusca frenata in questo periodo. Le azienda hanno prodotto molto meno e di conseguenza le merci da trasportare sono calate vertiginosamente. Molto probabilmente con la fine del lockdown, i trasporti ripartiranno con sempre maggiore richiesta e saranno un punto chiave della ripartenza dell’economia.

3 Finanziario

Investire nel settore finanziario in questo momento potrebbe rivelarsi molto rischioso. Finanziamenti, mutui e altri prodotti finanziari, subiranno una notevole diminuzione di richiesta in quanto molte persone non avranno l’opportunità di accedervi e coloro che ne hanno già uno aperto, si potrebbero ritrovare in forte difficoltà a ripagarne le rate. In entrambi i casi questo si traduce in una grande perdita per le banche in quanto se da una parte non riesco ad elargire nuove prestiti e quindi a guadagnare da essi, d’altra parte si ritroverebbero a dover pignorare un bene e a metterlo all’asta a prezzi molto più bassi rispetto il reale valore del bene in esempio. Tutto ciò si trascinerà fino alla fine della crisi, quando le famiglie torneranno ad avere una buona capacità di acquisto e le banche saranno ben disposte a rilasciare finanziamenti. Investire nel settore finanziario quindi potrebbe rivelarsi un’ottima soluzione per vedere i propri risparmi lievitare con un buon profitto.

4 Ristorazione veloce e turismo

Uno settori più colpiti in assoluto è il settore della ristorazione, se da un lato ci è difficile se non impossibile investire su ristoranti di medio-alto livello, la ristorazione veloce prima del Covid-19, stava registrando numeri molto interessati con ristoranti sempre pieni e molte persone che apprezzavano il loro servizio e i loro prodotti. A fine crisi infatti ci sarà un numero molto alto di persone che non rifiuteranno un invito ad andare a prendere un hamburger al ristorante di fast-food preferito e questo permetterà alla aziende di ripartire rapidamente. Inoltre nelle maggiori città mondiali, ristoranti come McDonald’s, Starbucks o burger King, sono una tappa fissa per i turisti di tutto il mondo. Ho deciso quindi di mettere insieme questi due settori economici poiché in un certo senso si trascinano a vicenda. Quest’anno infatti molte persone non hanno potuto godere delle vacanze o preferiranno optare per la cancellazione di esse. Appena finita la pandemia e con la possibilità di tornare a viaggiare, le popolazioni mondiali saranno disposte a spendere anche il doppio per vacanze di qualità maggiore, per “recuperare” quelle alle quali hanno dovuto rinunciare quest’anno. Teniamo quindi gli occhi puntati su questi due settori e prepariamoci ad investire su di essi qualora raggiungano un buon livello di valutazione.

5 Energie rinnovabili

In questo periodo infatti ci siamo resi conto in tutto il mono, di quanto siamo dipendenti dalle risorse petrolifere e di come esse vadano ad impattare sull’ambiente, tant’è che mai come fino ad ora, le aziende produttrici di energia rinnovabile siano state osservate con così tanto interesse. La stessa presidente della Commissione Europea Ursola von der Leyen, afferma che attraverso il “patto verde”, l’Europa ridurrà la sua dipendenza dal petrolio dalla catene di approvvigionamento mondiali. Nei prossimi decenni quindi il consumo del greggio subirà un forte taglio in tutto il mondo, in quanto la domanda andrà via via calando e il costo di un barile potrebbe risultare più dispendioso rispetto ad investire nelle risorse rinnovabili. Prendere posizioni nel settore dell’energia verde oggi, a lungo termine potrebbe rivelarsi molto vantaggioso.

Conclusioni

Questi erano 5 settori economici che secondo me dopo la crisi del Coronavirus registreranno la ripresa più forte ed immediata, e sui quali intendo aprire posizione. Se anche te hai da suggerire qualche settore che a tuo parere potrà riprendersi rapidamente, scrivilo qui sotto nei commenti in modo da poterlo analizzare insieme. Io ti ringrazio come al solito per aver letto fino a questo punto, buona giornata.

Un pensiero su “5 Settori nei quali investire dopo la crisi del Coronavirus

  • 01/05/2020 in 15:34
    Permalink

    La crisi mondiale scatenata dalla pandemia del Coronavirus, ha causato grandi danni all’economia mondiale ma può rivelarsi una grande occasione di investimento. Questi erano i 5 settori che probabilmente ripartiranno meglio dopo la crisi, se ne hai individuati altri o vuoi fare delle precisazioni, lasciami un commento qui sotto per farlo sapere agli altri lettori.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *