Perché non investire ti sta facendo perdere soldi

In Italia siamo abituati a non investire i nostri risparmi e a lasciarli in liquidità sul conto corrente, principalmente per un fattore di mentalità che ci è stato tramandato nel corso delle generazioni. È ormai risaputo che noi Italiani siamo tra i migliori risparmiatori del mondo, ma tenere tutti i soldi fermi sul conto corrente senza investire nulla nei vari strumenti finanziari, è la scelta migliore che possiamo fare?

Certo tenere i soldi sul conto corrente, ci da certamente l’illusione che il nostro conto non perda mai di valore e molti non amano l’idea di rischiare di perdere i risparmi di una vita negli strumenti finanziari, ma anche se non investiti, i nostri soldi perdono di valore anno dopo anno. Non a caso, investire i nostri risparmi anche nello strumento più sicuro al mondo, in questo momento, significa perdere soldi ma sempre meno che non investirli affatto. Se infatti investiamo nei BUND tedeschi ( notoriamente tra i più affidabili al mondo), ci dobbiamo aspettare un rendimento negativo di circa -0,5%. Se invece teniamo i soldi liquidi sul conto, essi si svalutano di circa l’1% annuo. Paradossalmente quindi è considerato più rischioso non investire affatto, rispetto all’investire in qualcosa che offre un rendimento negativo. Questo effetto si chiama inflazione e rappresenta appunto la svalutazione del nostro denaro nel corso del tempo e nel corso degli anni è stata molto più elevata rispetto all’1% odierno, andando a toccare quasi i 22 punti percentuali.

Facendo quindi un semplice ragionamento, se nel 1980 avessi avuto 100’000 lire e con queste posso comprare una certa quantità di beni, il prossimo anno con le stesse 100’000 potrò comprare l’equivalente di 78’000 lire di beni, con una perdita di acquisto di 22’000 lire. L’inflazione quindi è il peggior nemico dei nostri risparmi e dobbiamo imparare a difenderci in modo efficace da essa.

Ma cosa possiamo fare per evitare l’effetto dell’inflazione?

La scelta migliore per noi investitori/risparmiatori quindi, sarebbe quella di investire in strumenti che per lo meno vadano a contrastare il tasso di inflazione annuale che va a limare il nostro potere di acquisto e magari guadagnare anche un minimo interesse. Tali investimenti possono essere fatti tramite azioni, obbligazioni, ETF, peer to peer lending e molti altri, capaci con facilità di superare il tasso di inflazione e avere un piccolo rendimento in base al rischio che decidiamo di correre. L’importante prima di iniziare qualsiasi percorso di investimento, è informarsi e capire appieno ciò che stiamo facendo e quali sono i rischi correlati ad ogni investimento. Perché è vero che i nostri soldi sono a rischio inflazione se lasciati sul conto, ma sono ancora di più a rischio se investiti in strumenti finanziari senza avere una buona strategia.

A tal proposito, eccoti una serie di altri articoli che puoi trovare interessanti:

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi condividere la tua opinione, faccelo sapere qui sotto nei commenti. Io come sempre ti ringrazio per aver letto fino a questo punto e ti auguro una buona giornata.

Un pensiero su “Perché non investire ti sta facendo perdere soldi

  • 14/05/2020 in 21:55
    Permalink

    L’importanza di investire i nostri risparmi è un fattore molto importante per proteggerli dell’effetto dell’inflazione. Lasciami qui sotto un commento per farmi sapere cosa ne pensi e quali siano secondo te le migliori opportunità di investimento.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *