Recensione Degiro, il broker che uso per investire

Una delle domande che mi viene posta con più frequenza quando si parla di investire in strumenti finanziari, è: “Quale Broker usi per investire in azioni ed ETF?”.

Effettivamente, ci sono ormai decine di broker che offrono questo tipo di servizio, ma tra di loro, ce n’è uno che mi ha convinto per la sua semplicità di utilizzo e gli enormi vantaggi che offre. Sto parlando appunto di Degiro, broker olandese pluripremiato a livello internazionale ma che stranamente, non è molto conosciuto in Italia.

In questo articolo, andiamo a vedere quali sono i pregi di Degiro e per quale motivo lo ho scelto come broker principale.

Cos’è Degiro

Come già anticipato, Degiro è una piattaforma di trading online con sede in Olanda, che negli ultimi anni sta registrando una forte crescita sul panorama degli investimenti. Il suo punto di forza, è dettato dai bassi costi di commissione delle transazioni, il che lo rendono perfetto per investire soprattutto in azioni ed ETF. Infatti su Degiro si va a fare trading su strumenti interi, come azioni, obbligazioni, titoli di stato, ETF a commissioni incredibilmente basse. Non si effettuano quindi operazioni su CFD come in altri broker e questo per molti può essere una limitazione, ma rende Degiro la soluzione ideale per investimenti a lungo termine e più indicato per i piccoli investitori. Ad oggi Degiro ha ricevuto ben 65 premi internazionali per broker, ed è stato scelto da più di 600’000 investitori di 18 paesi, che investono i propri soldi su più di 65 borse mondiali. In questo modo, è possibile operare su quasi la totalità dei titoli a livello mondiale, sia da app che da sito web. Vediamo ora più nel dettaglio, quali sono i motivi che hanno portato Degiro ad imporsi nel mercato dei broker.

Degiro è sicuro?

Partiamo quindi dal punto fondamentale in qualsiasi tipo di investimento: la sicurezza. Per quanto riguarda la sicurezza e l’affidabilità, Degiro ha veramente pochi rivali in questo campo. Degiro è infatti regolamentato dall’ Autorità Olandese dei Mercati finanziari (AFM) e supervisionata a da Banca Centrale Olandese. Inoltre a livello italiano, è iscritta al registro CONSOB e ciò rappresenta per noi investitori un’ulteriore conferma della sua sicurezza. Va anche precisato che Degiro è un ente di investimento ma non un’ente di risparmio. Ciò significa che la liquidità che avremo sul nostro conto, non sarà gestita direttamente dal broker, ma sarà trasferita in un conto deposito Flatex. Il conto deposito, va a sostituire il vecchio fondo monetario, utilizzato fino a metà 2020, e questo ci consente di avere ulteriori garanzie riguardo i nostri soldi. Anzitutto, essendo un conto deposito europeo, beneficia della copertura del Fondo interbancario di tutela dei depositi, quindi i nostri soldi sono protetti fino ai 100’000 euro ed inoltre nel caso in cui Degiro stessa dovesse fallire (anche se veramente improbabile), i nostri soldi sarebbero quindi depositati su un conto bancario a noi intestato e facilmente liquidabili. La nota dolente di questo conto deposito, è il rendimento negativo pari al -0.65%, ma che però Degiro si impegna a rimborsarci sulla liquidità fino ai 2500 €. Ci basterà quindi tenere una liquidità inferiore a questa cifra per non avere un rendimento negativo.

Iscrizione su Degiro

Aprire un conto su Degiro, iscrizione Degiro

L’iscrizione su Degiro, è rapida e bastano 10 minuti per completare la procedura. Una volta inseriti i nostri dati ed aver proceduto con la verifica di essi, ci verrà richiesto di effettuare un bonifico per verificare anche il conto bancario di appoggio. Essendo appunto un bonifico di verifica, ci viene consigliato, di versare soltanto 0,01 €, che vedremo disponibile sul nostro conto di investimento, una volta completata la procedura di attivazione. Aprire un conto di investimento su Degiro, è totalmente gratuito così come i prelievi ed i depositi. Se sei interessato ad aprire un conto di investimento, attraverso questo link, sarei reindirizzato verso la pagina di iscrizione di Degiro e avrai diritto a ricevere 20€ di bonus in commissioni.

Differenze tra il conto Basic ed il conto Custody

Una delle cose più importanti da non sottovalutare durante la registrazione, è la scelta di aprire un conto Basic o un conto Custody. Cercando online infatti, non è molto chiara la differenza tra i due conti ed è quindi doveroso fare la giusta distinzione.

Conto Basic

Nel conto Basic, abbiamo una forte riduzione delle commissioni per quanto riguarda l’acquisto di azioni ed ETF, ma soprattutto nessuna commissione allo stacco del dividendo. Attraverso il conto Basic, è possibile acquistare azioni, obbligazioni, ETF, ma anche prodotti derivati come opzioni e futures. La differenza più marcata però consiste nella possibilità che i nostri titoli, vengano prestati ad altri investitori per operare allo scoperto. I nostri titoli, possono essere prestati fino ad un massimo del 30 % del valore del nostro portafoglio. Prestare i nostri titoli può comportare una perdita, nel caso in cui sia Degiro, sia il richiedente dei titoli, vadano in Default. Questa opzione è molto remota, ed inoltre il broker, richiede condizioni veramente stringenti per prestare i titoli agli investitori, e soltanto a seguito di numerose garanzie, è possibile accedere a questo tipo di operazione. Personalmente ho optato per l’apertura di un conto Basic, ed a oggi non ho avuto mai nessun tipo di problema con il prestito dei titoli, ho quindi potuto sfruttare le basse commissioni, senza alcun tipo di svantaggio.

Nel caso in cui avessimo deciso di attivare un conto Basic, oltre che all’account base, ci verrà data l’opzione di attivare l’account Active o quello Trader. Con il profilo Active, sarà possibile operare sui derivati con margini del 50 % mentre con il profilo Trader, avremmo la possibilità di operare sui derivati, con margini fino al 100 %. La differenza principale tra i due, è quindi il grado di rischio che vogliamo assumerci, quando andiamo ad utilizzare gli strumenti derivati. Investire su di essi al 50 % ci permetterà , in caso di cattivo investimento, di limitare le perdite e tutelare almeno marginalmente le nostre finanze e quindi sceglieremo di attivare il profilo Active. Se al contrario, siamo disposti a tollerare un rischio maggiore, il profilo Trader è quello che fa per noi. Uno di questi due profili, va attivato solo nel caso in cui fossimo intenzionati ad utilizzare prodotti derivati. Se vogliamo investire in azioni, obbligazioni ed ETF, il profilo di base sarà più che sufficiente.

Conto Custody

A differenza del conto Basic, il conto Custody, si presenta con un grado di sicurezza maggiore, in quanto non permette al broker, di prelevare una parte dei titoli nel nostro portafoglio, e di prestarli a chi opera allo scoperto. Questa sicurezza però ha un costo, e tale costo è rappresentato dal subire maggiori commissioni sulla compravendita degli strumenti finanziari, ma soprattutto sul pagamento dei dividendi. Inoltre ci sarà impossibile operare su strumenti derivati come le opzioni o i futures e quindi rende questo profilo, meno appetibile per un determinato pubblico di investitori.

Costi e commissioni

Le commissioni su Degiro, sono veramente competitive e a bosso costo. Investire sulla borsa italiana ad esempio, avrà un costo di 0.50 € + 0.05 % del costo totale dell’ordine. Prezzi molto simili, si hanno anche per investire nella borsa statunitense dove per ogni ordine, avremo un costo di € 0.50 + 0.004 dollari per azione, al seguente link potrete consultare in modo migliore il tariffario del profilo Basic e a questo link, quello del tariffario Custody che applica Degiro per gli ordini sulle varie borse mondiali. Va oltre precisato che vi è da sostenere un costo di 2.50 € annui di connessione per investire su tutte le borse diverse da quella italiana e che in caso di acquisto di strumenti in valuta estera, Degiro applica un auto conversione sul Forex dello 0.10 % su ordini in valuta diversa dall’Euro. Inoltre su Degiro vi sono oltre 700 ETF a commissioni gratuite che possono rivelarsi molto utili per iniziare un PAC o per investire a livello mondiale con altissima diversificazione. La lista degli ETF a commissioni gratuite è consultabile a questo link. L’acquisto di questi ETF è a zero commissioni soltanto sul primo ordine di ogni mese, per i successivi si applicano le commissioni standard del tariffario.

Degiro fa da sostituto d’imposta?

Degiro non fa da sostituto d’imposta, però fornisce grazie ad un suo team di commercialisti ed in modo del tutto gratuito, il tax report, che allegato alla dichiarazione dei redditi, ci permetterà facilmente di pagare le imposte e compensare le minus/plusvalenze. Non dovremmo quindi far altro che allegare questo report al nostro 730 oppure consegnarlo al nostro commercialista che si occuperà di comunicarla all’agenzia delle entrate. Questo servizio è unico nel mercato dei broker ed è uno dei punti di forza di Degiro ed anche uno dei motivi principali, per quale lo utilizzo come mio broker personale.

Assistenza

Degiro offre un’assistenza impeccabile. Inviando una semplice mail al servizio clienti, riceveremo un risposta entro qualche ora. Gli operatori sono preparati e disponibili ad ogni nostra richiesta e questo è un grandissimo pregio del servizio che il broker offre ai propri clienti. Vi consiglio però di inviare una mail e di non utilizzare il numero di assistenza, in quanto in questo modo, sarete sicuri di parlare con un operatore italiano.

Struttura del sito e app

Sia il sito web che l’applicazione mobile, sono di facilissimo utilizzo e molto intuitive. Una volta effettuato l’accesso è molto semplice capire come muoversi tra i vari grafici e come ricercare i titoli di nostro interesse. Immettere un ordine di acquisto o di vendita è facile ed immediato e grazie ad una sezione dedicata, possiamo sempre tenere sotto controllo i nostri titoli preferiti, il nostro portafoglio ed i mercati globali. La semplice grafica utilizzata sia per il sito che per l’applicazione, rendono il broker facile da usare sia da i più esperti ma anche dagli investitori con poca o nessuna esperienza nel trading.

Conclusioni

Degiro si sta imponendo sul mercato dei broker di strumenti finanziari, grazie ad una politica basata su bassi costi e sulla trasparenza dei dati. Ricevere infatti il report delle tasse per la dichiarazione dei redditi, è uno dei più grandi vantaggi che la piattaforma fornisce agli investitori e lo rende un broker unico nel suo genere. Un alto grado di sicurezza ed affidabilità, unita ad un’assistenza rapida ed esaustiva, fanno sentire l’investitore totalmente sicuro e padrone dei propri investimenti. Inoltre, la struttura dell’applicazione e del sito web, sono molto facili ed intuitive e permettono di operare in modo rapido e semplice anche per gli investitori con pochissima esperienza. Personalmente, consiglio Degiro a chiunque sia interessato ad operare un trading di lungo periodo e a chiunque voglia costruirsi un PAC in completa autonomia, per tutta la serie di caratteristiche appena descritte, e soprattutto per chi non è ancora esperto in investimenti di questo tipo, in quanto grazie alla semplicità con la quale è possibile effettuare gli ordini, Degiro è senza dubbio un ottimo broker per neofiti, ma anche per investitori più avanzati.

Se sei interessato ad iscriverti a Degiro, puoi farlo attraverso questo link per ricevere un bonus di 20€ in commissioni di negoziazione, si tratta di un link affiliato quindi se deciderai di utilizzarlo, non cambierà niente al momento della tua iscrizione, ma mi aiuterai ad ottenere un piccolo bonus, che mi servirà per far crescere in modo più efficace questo blog e per questo ti ringrazio di cuore.

Se hai dubbi o vuoi farci sapere la tua opinione, lascia un commento qui sotto per riuscire a creare una discussione costruttiva, io come sempre ti ringrazio per aver letto fino a questo punto e ti auguro una buona giornata.

14 pensieri riguardo “Recensione Degiro, il broker che uso per investire

  • 21/10/2020 in 18:05
    Permalink

    E voi utilizzate Degiro o un altro broker per fare trading online e come vi trovate? Fatemelo sapere lasciando un commento qui sotto.

    Rispondi
    • 21/02/2021 in 22:08
      Permalink

      Buonasera Daniele,
      sono un esperto investitore cripto, ho diversi wallet e quindi in merito alla gestione finanziaria non ho problemi. In quanto a piattaforme di acquisto titoli/azioni ecc non ho invece alcuna esperienza. Il mio unico interesse sarà aprire il conto DEGIRO (ho effettuato oggi un bonifico) per poter acquistare le azioni di un titolo che mi interessa. Quindi farò un unico acquisto, hodleró finché non sarà il momento, e poi venderò. Ho aperto il conto custody. E se non ho capito male, per non avere (altri) costi, non devo lasciare il saldo in euro attivo. Vediamo appena mi arriva il bonifico come va. Se hai qualche consiglio sulla base delle info che ti ho dato, in questo momento in cui sto “studiando” è ben accetto.
      Grazie
      Stefano

      Rispondi
      • 21/02/2021 in 22:32
        Permalink

        Buonasera Stefano,
        Su Degiro non abbiamo nessun tipo di costo associato alla liquidità che abbiamo sulla piattaforma. I nostri soldi sono accreditati su di conto deposito presso Flatex bank e sono soggetti ad un tasso negativo del -0,50% quindi non c’è un vero e proprio costo ma una svalutazione legata al rendimento negativo del conto. Degiro però si impegna a rimborsarci il rendimento negativo sulla liquidità ai 2500€. Se per esempio abbiamo 3000€ di liquidità sul conto, con ed il tasso di interesse di -0,50% su base annua, gli interessi negativi di 12,50 euro pagati relativamente ai primi 2.500 euro nel conto sono compensati da DEGIRO. E noi dovremo pagare i restanti 2,50 euro di interessi negativi non compensati sui restanti 500 euro. mi sembra di capire nel tuo caso che non appena avrai accreditato i soldi, procederai con l’acquisto quindi non andrai ad incorrere in nessuna svalutazione. Nel momento in cui venderai le tue quote, se il valore del conto non supererà i 2500€ di liquidità, non perderai nemmeno un euro. Spero di esserti stato di aiuto, scrivimelo e sono a tua disposizione.

        Rispondi
        • 16/03/2021 in 11:05
          Permalink

          Buongiorno,
          ho letto la risposta sulla liquidità e l’interesse negativo su DE GIRO e l’ho molto apprezzata.
          Vorrei però se possibile un chiarimento: In caso di vendita di prodotti precedentemente investiti e quindi di liquidità sul conto superiore a 2500 € cosa succede se per qualche giorno in attesa di prelievo rimane sul conto?

          Rispondi
          • 16/03/2021 in 21:55
            Permalink

            Buongiorno Lino,
            sulla liquidità che hai in eccesso, verrà quindi calcolato il tasso negativo su base annua e diviso per 365, ovvero i giorni dell’anno. Questo valore, verrà quindi applicato ai giorni in cui lascerai la liquidità sul conto. Tradotto in soldi, da come ho capito la tua situazione, andrai a pagare al massimo qualche centesimo di euro. Spero di esserti stato di aiuto e ti auguro una buona giornata!

  • 22/11/2020 in 09:21
    Permalink

    Muchos Gracias for your post. Really looking forward to read more. Really Great. Hedvig Ignazio Colp

    Rispondi
  • 19/03/2021 in 16:54
    Permalink

    Ciao Daniele,
    uso da un po’ DEGIRO e mi trovo abbastanza bene, ma rispetto ad altre piattaforme, tipo EXANTE, non riesco sulla stessa azione acquistata a fare contemporaneamente un ordine di vendita con stop loss e uno di vendita con limite di take profit.
    Giusto per dire questi valori su EXANTE li puoi impostare al momento dell’acquisto della azione.
    Se hai qualche consiglio è davvero ben accetto
    Grazie Fabio

    Rispondi
    • 20/03/2021 in 20:52
      Permalink

      Purtroppo ho constatato anche io questa limitazione su Degiro, non è possibile infatti impostare due ordini differenti su un titolo che si è acquistato finché uno dei due non si verifichi. Probabilmente è stato concepito come broker per principianti e sicuramente la concorrenza offre servizi più tecnici e completi.

      Rispondi
  • 02/04/2021 in 11:34
    Permalink

    Ciao Daniele,
    molto interessante il tuo articolo sui PAC tramite ETF e DEGIRO e vorrei iniziare anche io un PAC così. Vorrei sapere però operativamente se hai trovato un modo per acquistare mensilmente le quote degli ETF ed anche effettuare il trasferimento fondi sul conto DEGIRO in modo automatico, oppure se ogni mese bisogna farlo manualmente sia il bonifico che l’acquisto quote.

    Grazie mille, saluti

    Rispondi
    • 13/04/2021 in 10:01
      Permalink

      Ciao, se investo in un ETF di accumolo alle fine ho gli stessi costi sia con un conto Basic sia con Custody anche nel momento della liquidazione? Quindi in questo caso conviene optare per un conto Custody per minimizzare rischi?
      Grazie in anticipo!

      Rispondi
  • 02/04/2021 in 11:34
    Permalink

    Ciao Daniele,
    molto interessante il tuo articolo sui PAC tramite ETF e DEGIRO e vorrei iniziare anche io un PAC così. Vorrei sapere però operativamente se hai trovato un modo per acquistare mensilmente le quote degli ETF ed anche effettuare il trasferimento fondi sul conto DEGIRO in modo automatico, oppure se ogni mese bisogna fare manualmente sia il bonifico che l’acquisto quote.

    Grazie mille, saluti

    Rispondi
    • 02/04/2021 in 19:43
      Permalink

      Ciao Stefano!
      Purtroppo al momento non vi è la possibilità di automatizzare del tutto la procedura di acquisto delle quote ma è possibile farlo soltanto per metà. Per trasferire i soldi sul tuo conto Degiro, puoi infatti impostare un bonifico periodico dal tuo home banking e depositare sul broker una certa quantità di denaro in un determinato giorno del mese ( nel mio caso ho impostato un bonifico periodico automatico ogni primo giorno del mese). Una volta ricevuti i fondi sul conto di trading non ti resterà che andare ad acquistare le quote dell’ETF che avrai individuato. Escluso quindi l’operazione automatizzata del bonifico, ti resta invece quella manuale dell’acquisto delle quote. Spero di averti aiutato,
      Grazie e buona giornata!

      Rispondi
        • 09/04/2021 in 19:59
          Permalink

          Ciao Stefano, rispondere alla tua domanda è troppo complicato e magari non sarei chiaro nella spiegazione. In questo video dovresti trovare tutte le risposte di cui hai bisogno https://youtu.be/843i1wjM3Iw
          Come per qualsiasi cosa comunque, ricordati di procedere con cautela e soltanto quando avrai capito bene il rischio legato a questo tipo di investimento e a come procedere per effettuarlo. Un abbraccio e a presto!

          Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *